Senatore USA vuole vietare microtransazioni e lootbox per i minorenni

Senatore USA vuole vietare microtransazioni e lootbox per i minorenni
di

Il Senatore Josh Hawley ha annunciato una nuova legge che negli Stati Uniti d'America potrebbe bannare le loot box e le microtransazioni pay-to-win nei giochi a cui hanno accesso utenti minorenni.

"The Protecting Children from Abusive Games Act", ovvero il disegno legge ideato da Hawley, sarà presentato presto al Senato statunitense, e avrà quindi come obiettivo primario quello di proteggere i ragazzi minori di 18 anni che inguenuamente vengono indotti a spendere grosse cifre di denaro in-game. Il Senatore ha citato Candy Crush di Activision come un fulgido esempio di promotore di microtransazioni pay-to-win, dal momento che il titolo mobile include il cosiddetto "Louscious Bundle" che elargisce ai giocatori numerosi item aggiuntivi al costo di 150 dollari. La legge andrebbe a toccare anche quei prodotti che basano fortemente la propria struttura di gioco sulle loot box, tra cui possiamo citare Overwatch, FIFA e Apex Legends.

"Quando un gioco è destinato ai ragazzini, gli sviluppatori dovrebbero evitare la dipendenza da monetizzazione", ha dichiarato Hawley in un comunicato stampa. "E quando i ragazzini giocano titoli destinati ad un pubblico adulto, dovrebbero essere allontanati dalle compulsive microtransazioni. Gli sviluppatori che fanno consapevolmente leva sui ragazzini dovrebbero affrontare conseguenze legali".

Staremo dunque a vedere se la legge verrà definitivamente approvata e, in tal caso, come andrà ad impattare nell'economia delle compagnie che ormai fruttano buona parte dei propri introiti proprio grazie a elementi come casse premio e microtransazioni, che secondo molti avvicinano pericolosamente l'industria del gaming videoludico al concetto di gioco d'azzardo.

FONTE: kotaku
Quanto è interessante?
11