PS1: avete mai giocato con questi giochi bruttissimi?

PS1: avete mai giocato con questi giochi bruttissimi?
di

Quando si parla di giochi brutti per PS1 si citano bene o male quasi sempre Bubsy 3D, Rascal, The Crow, Mortal Kombat Special Forces e Il Quinto Elemento, ma in realtà la prima console Sony ha sfornato tantissimi altri giochi di basso spessore, ai limiti dell'improponibile. Ve ne proponiamo cinque, ci avete mai giocato?

Darkstone

Darkstone è un rip-off di Diablo uscito su PC nel 1999 e arrivato nel 2001 su PlayStation con un porting di qualità mediocre. Graficamente misero, con un gameplay ben poco originale e un combat system macchinoso, Darkstone è un GDR/Hack n Slash davvero anonimo e che cerca di scimmiottare, con poco successo, la hit di Blizzard.

Kiss Pinball

Tra la fine degli anni '90 e i primi anni 2000 i Kiss vivevano una nuova giovinezza commerciale grazie al successo del disco Psycho Circus del 1998, un progetto che ha dato vita anche a una serie a fumetti e ad alcuni videogiochi, tra cui l'indicente Kiss Pinball.Indecente perché Kiss Pinball ha solo due tavoli piuttosto generici, oltretutto la fisica è inesistente e spesso la pallina resta incastrata tra tunnel e respingenti senza alcuna possibilità di uscita. Divertente vero? Ciliegina sulla torta, nella colonna sonora del gioco non c'è nemmeno una canzone dei Kiss (forse costavano troppo?)... semplicemente assurdo.

Star Wars Masters of Teras Kasi

Immaginate una sorta di Super Smash Bros ambientato nel mondo di Star Wars: bella idea vero? Sì forse sulla carta, ma nella pratica Star Wars Masters of Teras Kasi era un disastro non tanto dal punto di vista tecnico, quanto per il gameplay estremamente blando.Classico picchiaduro nel quale per vincer bastava premere tasti a caso per qualche minuto, senza profondità di alcun tipo. Noioso oltre ogni limite.

Pepsiman

Pepsiman probabilmente non lo avrete giocato dal momento che non è mai arrivato in Europa, sulle riviste dell'epoca però se ne parlava molto: un gioco d'azione 3D uscito nel 1999 con protagonista Pepsiman, la mascotte dell'omonima bibita.In Pepsiman c'è poco da fare se non correre, raccogliere lattine di Pepsi e saltare, in una sorta di "Temple Run" dell'epoca. Tutto qui, del resto Pepsiman era solo un gioco promozionale, senza nessun altro intento. In Occidente non è mai uscito e in Giappone è stato un flop, come campagna pubblicitaria non è proprio ben riuscita.

Hooters Road Trip

Quanti giochi di guida degni di nota c'erano su PlayStation? Tantissimi, da Need for Speed a Ridge Racer, e ovviamente sua maestà Gran Turismo.E poi c'era Hooters Road Trip, uscito fuori tempo massimo nel 2002, un gioco di corse anonimo sponsorizzato dalla catena di ristoranti americana Hooters, con tanto di cameriere digitalizzate che compaiono in tremendi filmati dalla qualità degna di una VHS consumata. I circuiti sono mal disegnati, il senso di velocità inesistente, il level design in generale è pessimo: Hooters Road Trip è questo e molto altro.