di

A margine dell'ultima riunione con gli azionisti di Sony, il presidente e amministratore delegato di SIE, Jim Ryan, è intervenuto per discutere delle previsioni stellari di PS5 e, al contempo, per sottolineare l'assoluta centralità di PS4 nella strategia a medio-lungo termine della compagnia tecnologica giapponese.

Rifacendosi ai dati sull'andamento commerciale di PlayStation 4 e alle previsioni di vendita per i prossimi anni, Ryan ha affrontato la questione del supporto di PS4 e spiegato agli investitori di Sony che "prevediamo che PS4 avrà un ciclo di vita più lungo, con un coinvolgimento più profondo in tutte le nostre piattaforme. Ci sono una serie di ragioni che ci spingono a crederlo".

Il massimo esponente di Sony Interactive Entertainment entra nel dettaglio e spiega quali sono i fattori che hanno spinto l'azienda nipponica a estendere il ciclo di vita di PS4: "In primo luogo, prevediamo che saremo in grado di mantenere molti dei guadagni e del coinvolgimento ottenuto nel 2020 durante il COVID e il lavoro in remoto. In secondo luogo, la lineup di videogiochi in arrivo su PS4 negli anni fiscali 2021 e 2022 sarà estremamente solida e gli editori comprendono che una community così ampia e coinvolta è un'opportunità da sfruttare. C'è poi il fattore dei free-to-play, la loro crescita è coincisa con l'inizio della fase più matura del ciclo di vita di PS4. E infine abbiamo il PlayStation Plus, un abbonamento che ci fornisce un mezzo estremamente efficiente per comunicare con la nostra vasta community".

Alla luce di questi dati, Ryan prevede che fino al 2022 PS4 continuerà a rappresentare il 70% della spesa complessiva dei videogiocatori su piattaforme PlayStation, e questo nonostante la base installata di PlayStation 5 sia destinata inevitabilmente a crescere anche in maniera sensibile nel corso dei prossimi mesi e anni.

Quanto è interessante?
12