PS5: gli autori di Moons of Madness illustrano le potenzialità della CPU e del controller

PS5: gli autori di Moons of Madness illustrano le potenzialità della CPU e del controller
di

Interpellato da GamingBolt per offrire un suo punto di vista sulla nextgen, l'amministratore delegato di Rock Pocket Games, Ivan Moen, ha descritto le funzionalità del controller di PlayStation 5 e le potenzialità della CPU Zen 2 equipaggiata dalla nuova console casalinga di Sony in arrivo a fine 2020.

Ricollegandosi alle informazioni contenute nel brevetto del controller di PlayStation 5, il CEO della software house che ha dato forma all'avventura horror Moons of Madness spiega che "il feedback aptico del nuovo controller di PS5 aggiungerà molto all'esperienza di gioco. Ma penso anche che sia una cosa soggettiva per ciascun giocatore, e che dipende anche da come gli sviluppatori vorranno servirsene. Ma nel complesso penso che il potenziale offerto da questa nuova caratteristica sia molto elevato".

Non meno interessanti sono poi le dichiarazioni di Moen sul processore di PS5 al centro degli ultimi leak sulle specifiche di PS5: a detta del boss di Rock Pocket Games, infatti, "avere a disposizione una CPU più performante ci consente di sviluppare giochi senza i limiti delle attuali console, anche se per avere un quadro più chiaro bisognerebbe porre questa domanda a sviluppatori di motori grafici come l'Unreal Engine. Per quel che ci riguarda, una CPU più potente rende molto più fluido il processo di porting su console, soprattutto perchè l'hardware di questa generazione di piattaforme è piuttosto lento e avvicinarsi a quello degli attuali PC ci aiuta molto. Ma tutto ciò rappresenta un vantaggio limitato nel tempo, poiché il divario tra PC e console aumenterà rapidamente in futuro".

Qualora foste interessati al lavoro di Moen e degli studi Rock Pocket Games, sulle pagine di Everyeye.it trovate le immagini e il video gameplay di Moons of Madness.

FONTE: GamingBolt
Quanto è interessante?
11