di

Una delle poche certezze che abbiamo su PlayStation 5, l'attesissima console di prossima generazione del colosso giapponese, è che finalmente avrà sin dal lancio il supporto alla retrocompatibilità con i titoli PS4. Grazie all'aggiornamento di un brevetto è stato di recente possibile anche scoprire qualcosa di nuovo su tale funzionalità.

Pare infatti che gli sviluppatori abbiano un controllo totale e in tempo reale sull'hardware, in modo tale da poter decidere come e in che modo le potenzialità di PS5 possano migliorare i vecchi titoli o allinearsi alle prestazioni della vecchia generazione qualora vi fossero problemi di incompatibilità. Insomma, grazie ad un meccanismo del genere, che potrebbe richiedere però del tempo, è quasi impossibile che vi sia un solo gioco PlayStation 4 che possa non girare fluidamente sulla nuova console.

Resta ora da capire quanto siano sensibili i miglioramenti, che dovrebbero non limitarsi alla sola velocità dei caricamenti dovuta alla presenza di un SDD molto performante su PS5 ma anche dal punto di vista puramente grafico, magari permettendo di non aumentare la risoluzione e puntare ai 60 fotogrammi al secondo.

Vi ricordiamo che, in una recente intervista, anche il fondatore di Blackmill Games ha elogiato le potenzialità di PS5, macchina che vanterà oltre ad un ottimo SSD anche una CPU Zen 2.

Quanto è interessante?
21