PS5: per il director di The Last of Us 2, i caricamenti saranno un lontano ricordo

PS5: per il director di The Last of Us 2, i caricamenti saranno un lontano ricordo
di

PlayStation 5, esattamente come la concorrente Xbox Series X, si preannuncia come una console estremamente potente. In attesa di scoprire nel dettaglio tutte le specifiche tecniche, la componente indubbiamente più decantata è l'SSD (Solid State Drive), che promette di ridurre ai minimi storici i caricamenti all'interno nei giochi.

Non solo i giocatori, anche gli sviluppatori hanno dimostrato in più di un'occasione di essere incredibilmente emozionati all'idea di non doversi più preoccupare della gestione dei caricamenti. Recentemente si è unito al coro anche Kurt Margenau, co-director di The Last of Us Part 2, titolo che si preannuncia come uno dei protagonisti assoluti della prossima stagione videoludica. La risposta sarcastica data a Rami Ismail, altra nota personalità del settore che stava discutendo dell'argomento su Twitter, non lascia trasparire dubbi in merito al pensiero dello sviluppatore di Naughty Dog: "Cosa sono le schermate di caricamento?". Con queste parole, Margenau ha lasciato intendere che le attese all'avvio dei giochi e tra una sezione e l'altra saranno un lontano ricordo nei futuri titoli per PlayStation 5 sviluppati dai cagnacci californiani.

Delle specifiche dell'SSD che verrà montato da PlayStation 5 non si sa ancora nulla, ma secondo alcuni recenti rumor potrebbero essere forniti da Samsung. Per quanto riguarda The Last of Us Part 2, ricordiamo che la data d'uscita è fissata per il 29 maggio 2020 su PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro. Il titolo non è mai stato annunciato per PS5, ma un suo arrivo futuro sulla console next-gen di Sony appare sicuramente plausibile.

Quanto è interessante?
13