PS5, donna arrestata in Giappone: vendeva bottiglie d'acqua al posto della console

PS5, donna arrestata in Giappone: vendeva bottiglie d'acqua al posto della console
di

Con i problemi di scorte che sono tutt'altro che terminati per Sony e Microsoft, alcune persone approfittano della situazione per cercare di trarre profitto dalla vendita di seconda mano delle console PlayStation 5 e Xbox Series X|S.

Non solo le console vengono spesso vendute a prezzi spropositati su siti come eBay, ma c'è chi persino decide di truffare gli ingenui acquirenti. Una donna residente a Shiga, in Giappone, è stata recentemente arrestata per aver venduto due bottiglie d'acqua al posto di una PlayStation 5 messa in vendita online.

Ikuko Tokuoka, questo il nome della 41enne donna nipponica autrice del misfatto, ha concesso le dissetanti bottiglie d'acqua al prezzo di 65.000 yen, corrispondenti a poco meno di 600 dollari USD. La transazione è stata regolarmente effettuata, ma sfortunatamente nel pacco non c'era una PlayStation 5, ma qualcosa che il cliente non si sarebbe proprio aspettato. Tokuoka, in ogni caso, si è difesa respingendo le accuse di truffa, dichiarando di essersi dimenticata ciò che aveva inserito all'interno del pacco dopo averlo spedito.

Non è di certo la prima volta in cui assistiamo ad un evento del genere da quando le console next-gen sono entrate in commercio, ed anzi in passato siamo venuti a conoscenza di casi ancora più bizzarri: qualcuno vendeva solo le foto di PS5, mentre altri hanno preferito ripiegare su dei più canonici mattoni.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
6