PS5: questi giochi del 2023 sono stati sottovalutati, hanno personalità e stile da vendere

PS5: questi giochi del 2023 sono stati sottovalutati, hanno personalità e stile da vendere
di

PlayStation 5 ha sfornato moltissimi giochi di grande calibro nel 2023 (ecco qual è il miglior gioco PS5 del 2023 per Metacritic) e per una vasta serie di fattori forse non tutti sono riusciti a brillare come avrebbero dovuto. Riscopriamo allora tre giochi PS5 usciti nel 2023 che sono stati sottovalutati.

Octopath Traveler II

Seguito dell’acclamato Octopath Traveler, di cui eredita soprattutto il gameplay, questo JRPG in stile retrò rende omaggio ai giochi di ruolo giapponesi a 16 bit. La storia ruota attorno a otto personaggi giocabili, ciascuno con la propria storia unica.Il sistema di battaglia è uno dei punti salienti del gioco e l’avventura sviluppata da Square-Enix e Acquire brilla anche per il suo eccezionale level design, perfettamente amalgamato con uno stile artistico delizioso e una superba colonna sonora. Per approfondire, ecco la recensione di Octopath Traveler 2.

Dredge

Dredge è un gioco che ci invita a prendere il largo con il nostro peschereccio e a cimentarci in una serie di attività, dalla pesca alla riparazione dello scafo della barca, dalla vendita del pesce fino al miglioramento della nostra imbarcazione.Tuttavia, sotto questa facciata si nasconde un'avventura inquietante piena di mistero e una trama intrigante con elementi lovecraftiani. Il gameplay si raffina a mano a mano che proseguiamo e il gioco combina elementi dell'orrore cosmico a un affascinante stile artistico low-poly che è centrale nella sua storia.

Like A Dragon Ishin!

Like A Dragon: Ishin! è un remake di uno spin-off della serie Yakuza del 2014 che in precedenza era disponibile solo per il pubblico giapponese. Il gioco traspone la collaudata formula del combattimento di strada dalla moderna Tokyo agli ultimi giorni del periodo Edo in Giappone.Il protagonista, Sakamoto Ryoma, è un ronin caduto in disgrazia che cerca vendetta. Ambientato nella Kyoto nel 1860, ci regala una trama avvincente, un sistema di combattimento potenziato con le carte e rivede in chiave diversa alcuni degli storici – e più amati – personaggi della saga. Per approfondimenti, vi rimandiamo alla nostra recensione di Like a Dragon Ishin.