PS5: la Frequenza Variabile promette più flessibilità ma non vantaggi sensibili su Xbox

PS5: la Frequenza Variabile promette più flessibilità ma non vantaggi sensibili su Xbox
di

Nel corso di un'intervista concessa a GamingBolt, Marcin Makaj dello studio Moonwalks ha discusso delle potenzialità delle console nextgen ed elogiato la scelta operata dai progettisti di Sony nel ricorrere alla Frequenza Variabile su PS5.

Secondo quanto illustrato dallo sviluppatore dell'avventura thrilling Commander '85, sia PS5 che Xbox Series X vanteranno una potenza computazionale sufficiente a garantire una grande evoluzione della grafica e dell'esperienza di gioco rispetto a quanto offerto dalle piattaforme attuali: "Entrambe rappresenteranno davvero un buon passo in avanti, soprattutto per quel che riguarda le prestazioni della CPU. Il multi-threading simultaneo può fare una grande differenza, ma a parte la questione dell'approccio più flessibile di PlayStation 5 (grazie alla Frequenza Variabile, ndr), onestamente non vedo ancora un chiaro vincitore".

Sulla base dell'analisi dell'hardware nextgen con le specifiche di PS5 e Xbox Series X, e del suo lavoro che sta portando avanti su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch con Commander '85, Makaj aggiunge inoltre che "nella mia esperienza con lo sviluppo di giochi per Xbox One e PlayStation 4, devo dire che di solito ho ottenuto risultati migliori in termini di prestazioni su PS4 e penso che la situazione si ripeterà anche con le console di prossima generazione. Ma avere più potenza è sempre una grande cosa, perchè apre nuove possibilità e opportunità in termini di qualità e di resa grafica".

FONTE: GamingBolt
Quanto è interessante?
18