di

DigiTimes ha pubblicato un nuovo report nel quale si parla di un redesign di PlayStation 5 previsto per il 2022. Ma cosa vuol dire esattamente? Sony si prepara a lanciare una nuova PS5? Proviamo a fare chiarezza.

Secondo quanto riportato un "redesign di PS5" potrebbe entrare in produzione (e probabilmente anche in distribuzione) tra la metà e la fine del 2022, ma quali saranno le differenze? Si parla genericamente di una "CPU Semi Custom da 6 nanometri targata AMD" al posto di quella attuale prodotta a 7 nonometri. Secondo la fonte, Sony avrebbe scartato l'idea di usare una linea di produzione a 5 nanometri, considerata troppo costosa, ed attualmente fuori dalle disponibilità di Amd.

Non è chiaro se il redesign riguarderà solamente la componentistica interna o se ci saranno cambiamenti estetici, in realtà la prima ipotesi potrebbe essere la più probabile dal momento che sembra troppo presto per lanciare una PS5 Slim, l'obiettivo di Sony è quello di contenere i costi e risolvere (o almeno mitigare) i problemi di produzione che stanno limitando le scorte di PlayStation 5. Serkan Toto (celebre analista e persona sempre bene informata sui retroscena dell'industria dei videogiochi) sembra dubitare di quanto riportato dal DigiTimes, dunque la notizia deve essere presa con le consuete precauzioni.

Nelle scorse settimane anche il CFO di Sony non ha escluso questa ipotesi, il redesign di PlayStation 5 è una delle soluzioni prese in esame dall'azienda giapponese per evitare i blocchi in fase di produzione e iniziare dunque a vendere PS5 a pieno regime. Si tratterebbe però di una soluzione adottabile solamente dal prossimo anno, al momento in ogni caso nulla è stato confermato e sebbene DigiTimes abbia dimostrato di avere molti legami con le fabbriche di produzione in Asia, la testata non sempre si è rivelata affidabile in passato.

Quanto è interessante?
14