PS5 tra potenza, grafica, SSD e funzionalità nextgen: parla Quantic Dream

PS5 tra potenza, grafica, SSD e funzionalità nextgen: parla Quantic Dream
di

In un interessante approfondimento pubblicato sulle pagine del blog di Quanti Dream, diversi sviluppatori della software house francese di Detroit Become Human hanno discusso delle potenzialità nextgen di PlayStation 5 per offrire il loro punto di vista su grafica, SSD e funzionalità della futura console Sony.

Nel ripercorrere idealmente i diversi video che hanno caratterizzato l'evento sui giochi PS5 dell'11 giugno, il terzetto di sviluppatori formato da Jean-Charles Perrier, Angeline Liot e Ronan Marchalot ha illustrato il punto di vista di Quantic Dream sulla visione nextgen delineata da Sony con il reveal del design di PS5 e della sua prima ondata di titoli.

In qualità di direttore tecnico, Perrier spiega ad esempio di essere "molto eccitato! Dal punto di vista tecnologico è piuttosto interessante, ho visto cose molto carine, incluso l'utilizzo di Unreal Engine 5 che sembra funzionare molto bene. Si tratta di una nuova generazione di hardware e ci vorrà del tempo affinché gli sviluppatori sappiamo sfruttarne appieno le capacità, ma di sicuro vedo già un grande potenziale! Sono poi curioso di vedere i diversi modelli di console, come potranno essere posizioni, le differenze specifiche tra le versioni con o senza lettore e cose simili. Anche l'SSD ultraveloce è un'ottima notizia per me! Penso che sarà un vero balzo in avanti nella qualità dei giochi futuri. Ciò significa realizzare giochi con molti più dettagli grafici di quelli che abbiamo avuto fino ad oggi, anche in ambiente PC. Ma ripeto che ci vorranno alcuni anni per gestire una potenza molto maggiore di quella attuale, il cambiamento non sarà immediatamente visibile in modo molto significativo".

Alle parole di Perrier fanno eco le dichiarazioni della sviluppatrice capo delle animazioni, Angeline Liot, nel riferire che "mi aspetto che la prossima generazione trasponga nei giochi ciò che vediamo nei film da molto tempo, ossia un rendering fotorealistico che va al di là del tipo aspetto 3D dei videogiochi. Ciò che voglio vedere sulla mia TV sono i piccoli dettagli che colmano il divario con la realtà, come il fumo, la polvere o dei suoni più vividi. Tutto ciò che aiuta a immergerci più a fondo nell'esperienza".

Anche lo sviluppatore capo del motore 3D, Marchalot, riflette sulle potenzialità di PlayStation 5 e spiega che "l'SSD ultraveloce di PS5 è un argomento forte, come abbiamo potuto osservare in Ratchet & Clank Rift Apart in cui il cambio dei vari ambienti avviene a un ritmo davvero mozzafiato! È l'unico gioco di questa presentazione che sembra sfruttare per davvero questa nuova funzionalità ai fini del gameplay. Come sviluppatore, è l'abbattimento dei tempi di caricamento l'aspetto che penso segnerà il cambiamento più grande, sia per noi che per i giocatori, specie con i motori grafici dei titoli open world. Un gioco come GTA 5, ad esempio, non dovrà più utilizzare alcun sotterfugio per gestire il passaggio da un personaggio all'altro perchè avverrà alla velocità della luce. E per lo sviluppo dei giochi stessi, tutto ciò sarà davvero utile perchè i nostri team di test non dovrammo più trascorrere lunghi periodi di tempo davanti a schermate di caricamento".

Quanto è interessante?
14