di

È ormai chiaro che PlayStation 5 sarà una console molto potente e che offrirà un salto generazionale piuttosto consistente. La nuova console monterà una CPU Zen 2, una GPU AMD Navi con supporto Ray-Tracing, un prestante SSD per ridurre al minimo i caricamenti, supporterà la risoluzione 8K e sarà retrocompatibile con la libreria PS4.

In una recente intervista concessa a CNET, il boss di Sony Interactive Entertainment Jym Ryan ha fatto sapere che, in aggiunta a tutto ciò, PlayStation 5 potrà anche gestire un'uscita video in 4K e 120 Hz, capace di garantire immagini, oltre che estremamente definite, anche incredibilmente fluide. Un vero e proprio sogno, che tuttavia non sarà appannaggio di tutti i giochi, come lo stesso Ryan ha tenuto a specificare, vista l'enorme potenza computazionale teoricamente richiesta per i giochi tripla A più pesanti.

Forbes, intanto, ha posto l'accento su un'altra questione. A quanto pare, la stragrande maggioranza dei televisori 4K in commercio, anche quelli Sony, non sono in grado di supportare anche l'uscita a 120 Hz. La "colpa" sarebbe dei connettori HDMI di tipo 2.0 che montano, compatibili con una banda passante di 18 Gbps. Un flusso video in 4K e 120 Hz avrebbe invece di bisogno di un connettore HDMI 2.1, che invece può trasportare 48 Gbps di dati. Forbes fa notare che gli unici modelli 4K di quest'anno compatibili con il 4K/120Hz sono gli OLED di LG, oltre ad alcuni LCD di fascia alta come SM90, SM95, SM98 e SM99, sempre prodotti dalla casa sudcoreana. In alternativa, ci sono i costosissimi 8K di Sony, Samsung ed LG, tutti con HDMI 2.1.

Altri modelli, quasi sicuramente, verranno lanciati nei prossimi mesi o anni a ridosso del lancio di PlayStation 5. Tutti coloro in possesso di pannelli con HDMI 2.0 che non prevedono di effettuare un cambio, dovranno quindi "accontentarsi" del 4K/60Hz nei giochi compatibili... che, intendiamoci, non è affatto poco!

FONTE: Forbes
Quanto è interessante?
26