PS5: i ritardi dell'update con 1440p e Cartelle dovuti al mancato ricorso al crunch?

PS5: i ritardi dell'update con 1440p e Cartelle dovuti al mancato ricorso al crunch?
di

Il lancio del nuovo firmware di PS5 con supporto a 1440p e Cartelle è accompagnato dalla polemica che vede per protagonisti i giornalisti di Kotaku e Steven Trombetta, ex manager Sony.

L'attuale Senior Manager di Rockstar Games ha infatti risposto in maniera piccata alle critiche mosse dalla redazione di Kotaku all'operato di Sony, dai ritardi accumulati nella pubblicazione di questo importante aggiornamento all'assenza del supporto ai 1440p e alle Cartelle sin dal lancio della famiglia di console PlayStation di ultima generazione.

Riallacciandosi all'articolo condiviso dalla nota testata videoludica, Trombetta ricorda i suoi trascorsi con Sony e spiega che "abbiamo costruito questa console nel bel mezzo di una pandemia globale e senza ricorrere al crunch. Alcune funzionalità dovevano essere accantonate se volevamo rendere quel sogno in realtà. Sarebbe perciò utile che non foste così scortesi al riguardo. La salute dei dipendenti era la nostra maggiore priorità e sono contento che lo fosse".

A giudicare da quanto sostenuto da Trombetta, quindi, Sony prese la dolorosa decisione di accantonare temporaneamente il supporto ai 1440p e alle Cartelle per non rimandare il lancio di PlayStation 5 e, soprattutto, per non stressare i propri dipendenti ricorrendo "spintaneamente" al crunch.

Prima di lasciarvi ai commenti, vi ricordiamo che sulle pagine di Everyeye.it trovate un nostro speciale sul perché PS5 costa di più, con la crisi dei chip e l'inflazione tra le cause addotte dal colosso tecnologico giapponese e le ipotesi ventilate dagli analisti e dagli addetti al settore.

Quanto è interessante?
6