PS5: scopriamo perchè PlayStation 5 sarà così veloce nei caricamenti

di

Dopo l'intervista a Mark Cerny avevamo pochi dubbi: i caricamenti rapidi di cui parlava erano merito del nuovo bus PCI express 4.0. In questo video ci addentreremo un po’ più nel dettaglio per quanto riguarda la disamina tecnica...

Grazie alle specifiche di PS5 snocciolate da Mark Cerny con l'intervista a Wired di metà aprile e, più di recente, alle informazioni offerteci da Sony durante l'ultima riunione con gli azionisti e da Lisa Su di AMD dal palco del Computex di Taipei, sappiamo che la prossima generazione del Monolite Nero utilizzerà lo standard PCIex 4.0 e un SSD che promette di farci gettare nel baule dei ricordi le lunghe sessioni di caricamento che hanno caratterizzato fino ad oggi la nostra gloriosa carriera di videogiocatori.

Stando inoltre alle ultime indiscrezioni alimentate dai brevetti depositati dal colosso tecnologico del Sol Levante, sembrerebbe che l'SSD di PS5 non sarà derivato dagli hard disk a stato solido attualmente in commercio ma rappresenterà un modello personalizzato appositamente per il prossimo sismeta casalingo di Sony, con l'adozione di una SRAM al posto della DRAM che, se risultasse veritiera, contribuirebbe ad abbattere la latenza e a ridurre i tempi di caricamento dei videogiochi destinati a girare su PS5, ivi compresi quelli retrocompatibili per PS4 come Marvel's Spider-Man e i futuri Death Stranding, Ghost of Tsushima o The Last of Us Part 2.

Durante la Next Horizon Gaming dell'E3 2019, la conferenza organizzata da AMD nella notte tra il 10 e l'11 giugno, avremo un quadro più chiaro della situazione e scopriremo cosa ha in serbo per noi Sony con il progetto next-gen di PS5.

Quanto è interessante?
14