PS5 e Unreal Engine 5: grafica mostruosa, ma sarà davvero così?

di

Scegliendo di affidare alla tech demo di Unreal Engine 5 il primo gameplay di PS5, Sony ed Epic Games hanno contribuito ad alimentare enormemente le aspettative della community sulla nextgen. Ma i giochi PS5 e Xbox Series X avranno davvero quella qualità grafica ai limiti del fotorealismo?

Come giustamente sottolineato da Alessio Ferraiuolo nel nostro speciale sulla tech demo Unreal Engine 5 con gameplay PS5, le scene immortalate in questo filmato dimostrativo potrebbero distorcere la realtà dei fatti e non offrire una giusta prospettiva sull'esperienza grafica che ci attende sulle console nextgen.

Tecnologie come l'illuminazione globale gestita dal Lumen (una soluzione meno esigente in termini di risorse computazionali rispetto al Ray Tracing) o Nanite di Unreal Engine 5 fanno davvero ben sperare per la bontà grafica dei mondi virtuali che vedremo approdare su PlayStation 5 e Xbox Series X, ma non tutti gli sviluppatori sapranno accedere a quegli asset o sfruttarne le reali potenzialità per questioni di scelte artistiche o, più banalmente, di tempo e denaro.

A prescindere da queste considerazioni, le premesse per la nextgen sono comunque davvero rosee e promettono di far compiere all'intera industria dell'intrattenimento digitale quel balzo grafico e prestazionale necessario a colmare le distanze tra rendering in-engine e real time, trasformando i giochi del futuro (soprattutto quelli ad alto budget) in universi visivamente quasi indistinguibili dalla realtà. E voi, cosa ne pensate della tech demo Unreal Engine 5 e delle implicazioni che questo genere di tecnologie potrebbero avere nell'evoluzione dei giochi su PC, PS5 e Xbox Series X?

Quanto è interessante?
7