di

Dopo una lunga attesa, questa settimana Sony ha abilitato il supporto al VRR su PS5. Contestualmente, sono stati molti i titoli che si sono aggiornati per trarre beneficio dalla tecnologia, che migliora le prestazioni sincronizzando dinamicamente i fotogrammi generati da un videogioco con la frequenza di aggiornamento dei TV compatibili.

I canali specializzati ne hanno subito approfittato per mettere alla prova il Variable Refresh Rate nei giochi compatibili. Tra questi anche l'attivissimo ElAnalistaDeBits, che ha realizzato un'approfondita video comparativa per mettere a confronto le prestazioni con e senza VRR attivo. In Marvel's Spider-Man Remastered, ad esempio, ha permesso di guadagnare dai 20 ai 30 fps, in base alla modalità grafica selezionata, scongiurando l'insorgenza delle problematiche tipiche del V-Sync (o dell'assenza dello stesso), come stuttering e tearing. Stessa cosa accade in Ratchet & Clank Rift Apart, in tutte le sue modalità, con il framerate che in certi casi raggiunge e supera anche quota 100fps in RT Performance Mode. Diversa l'interpretazione di Resident Evil Village, che sfrutta il VRR per eliminare i fenomeni di stuttering e input lag, pur senza superare i 60fps.

Per beneficiare del VRR, i videogiochi hanno bisogno di un patch che sblocca il framerate e disabilita il V-Sync, dunque non stupisce vedere Elden Ring non ricevere particolare vantaggi dall'attivazione della funzionalità nelle impostazioni di sistema di PlayStation 5. Maggiori dettagli potete scoprirli guardando il video, che vede in azione anche Devil May Cry 5 Special Edition, Destiny 2, Spider-Man Miles Morales, Astro's Playroom e DiRT 5.

Quanto è interessante?
5