PS5 e Xbox Scarlett: David Cage perplesso su risoluzione 8K e Ray tracing

PS5 e Xbox Scarlett: David Cage perplesso su risoluzione 8K e Ray tracing
di

Si avvicina sempre più il momento di un nuovo salto generazionale per il mondo videoludico, con Sony e Microsoft che pian piano si stanno sbottonando su ciò che ci aspetta nei prossimi anni con l'avvento di PlayStation 5 e Xbox Scarlett.

Specialmente dopo le dichiarazioni di Sony e Microsoft, che non hanno esitato a tirare in ballo argomenti come risoluzione 8K, implementazione del Ray tracing e utilizzo di SSD superveloci, in tanti stanno alzando le proprie aspettative nei confronti delle due prossime console. A smorzare parziamente gli entusiasmi, ecco arrivare le parole di David Cage, leader di Quantic Dream, che ha espresso qualche perplessità in merito alle potenzialità di PS5 e Xbox Scarlett. Secondo l'opinione dell'autore francese, le tante feature promesse molto difficilmente potranno essere impiegate senza alcuni compromessi tecnici, che del resto da sempre contraddistinguono il gaming su console.

Pur vero che il tangibile miglioramento delle CPU di entrambe le console permetterà di disporre di fisica e IA più elaborate, e che con le nuove GPU si farà utilizzo più frequente di risoluzione nativa 4K e di Ray tracing, Cage pensa che i veri miglioramenti che vedremo "potrebbero non essere quelli che più vengono pubblicizzati al momento". Portando l'esempio dell'8K, che teoricamente sia PS5 che Scarlett supporteranno, Cage dichiara:

"Puoi avere contenuti 8K solo se hai uno schermo 8K. Puoi arrivarci, ma probabilmente non avrai l'8K E il Ray Tracing. Se hai contenuti 8K, il volume dei tuoi asset crescerà in modo molto significativo, insieme alle loro dimensioni in memoria e anche sul tuo disco rigido. Dovrai anche caricarli molto rapidamente dal tuo dispositivo di archiviazione, quindi anche questa pipeline dovrà essere proporzionalmente più veloce".
Tutta la componentistica delle console, quindi, dovrebbe essere migliorata e portata ad un livello comune: solo così si potrebbe in linea teorica implementare simultaneamente tutte le feature che PS5 e Xbox Scarlett supporteranno evitando che un singolo o più componenti facciano da collo di bottiglia agli altri.

"La nostra attuale analisi è che pochi studi si butteranno sull'8K perché richiederà troppi compromessi sulla qualità generale del gioco. Il Ray tracing sarà così costoso che probabilmente lo vedremo solo nei titoli Full HD, almeno nella prima generazione di titoli". Cosa ne pensate delle parole di David Cage? Fatecelo sapere nei commenti.

Quanto è interessante?
10