PS5 e Xbox Series X tra frequenza variabile e crossgen: ne parla LionWing

PS5 e Xbox Series X tra frequenza variabile e crossgen: ne parla LionWing
di

Dopo aver sorpreso che le sue dichiarazioni sul Tempest Engine di PlayStation 5, Bradly Halestorm di LionWing Publishing riflette sulla frequenza variabile di PS5 e sulla strategia crossgen di Microsoft con Xbox Series X.

Dalle colonne di GamingBolt, Halestorm esordisce affrontando la questione dell'aumento di potenza di PS5 garantito, a detta di Sony, dall'adozione di un'architettura hardware con frequenza variabile: "Quella della frequenza variabile è una discussione interessante perchè è una soluzione che non ha mai riguardato le console. Sony ha affermato che la PS5 modificherà dinamicamente la frequenza di CPU e GPU per consentre agli sviluppatori di non preoccuparsi di questo aspetto, il che è esattamente ciò che dovresti dire se stai cercando di corteggiarli e metterli a proprio agio".

Il boss di LionWing rivolge poi le sue attenzioni su Xbox Series X per sottolineare che "Microsoft sta adottando un approccio opposto: stanno propagandando i benefici dell'adozione di una frequenza fissa elevata per Xbox Series X. Sarà davvero affascinante vedere cosa faranno le due società per far felici gli sviluppatori nel corso della nextgen".

In chiusura d'intervista, Halestorm ha condiviso il suo parere sulla strategia crossgen di Microsoft: "Più ci avviciniamo al lancio delle prossime console, e maggiore sarà la chiarezza con cui potremo assistere agli eventuali vantaggi di questa politica. In questo momento, è intelligente promuovere il crossgen e la natura unificata della propria famiglia di console perchè non tutti compreranno PS5 e XSX al lancio o addirittura il prossimo anno. Ma a distanza di 4 anni da oggi, gli sviluppatori saranno davvero disposti a spendersi per garantire ancora il supporto al crossgen? Non ne sono così sicuro".

FONTE: GamingBolt
Quanto è interessante?
10