PS5 e Xbox Series X: la retrocompatibilità non è fondamentale, per uno sviluppatore

PS5 e Xbox Series X: la retrocompatibilità non è fondamentale, per uno sviluppatore
di

In questi ultimi giorni s'è parlato molto delle funzioni di retrocompatibilità di PS5 e Xbox Series X, anche a causa di una comunicazione non perfettamente a fuoco da parte di entrambe le compagnie.

Ciò che è certo, è che entrambe le console supporteranno al lancio una selezione dei cataloghi della precedente generazione (PS4 e Xbox One). Per quanto concerne Microsoft, sono contemplati anche i giochi di Xbox e Xbox 360 entrati a far parte del programma di retrocompatibilità in questi anni. Sony, dal canto suo, non ha fatto alcuna menzione dei titoli PS1, PS2 e PS3, come vociferato tempo addietro.

L'assenza della retrocompatibilità con i giochi dell'era PS2 ha deluso Ozan Drøsdal, uno sviluppatore dello studio indipendente Perfectly Paranormal, attualmente al lavoro su un gioco intitolato Helheim Hassle. Nonostante la delusione, in ogni caso, Drøsdal ha affermato che non sarà la retrocompatibilità a influenzare le vendite di PS5 e Xbox Series X, bensì la qualità dei giochi della prossima generazione

"È stato un po' deludente sapere che ancora una volta non potremo usare i nostri giochi della libreria PS2 senza rispolverare la vecchia console", ha dichiarato. "È emozionante sapere che potremo usare i giochi dell'Xbox originale su Xbox Series X. Ma ammetto che la scelta della console da comprare dipenderà sempre dai giochi della prossima generazione. Oppure potrete comprarle entrambe se cominciate a risparmiare a più non posso!".

La sua affermazione può rappresentare un interessante spunto di discussione. Vi trovate accordo con le sue parole? Quanto è importante, secondo voi, la retrocompatibilità?

FONTE: GamingBolt
Quanto è interessante?
9