PUBG, Tencent lavora con la polizia cinese per fermare i cheater: 120 arresti

di

Il problema dei cheater è ormai qualcosa di riconosciuto all'interno di PlayerUnknown's Battlegrounds. Il gioco ideato da Brendan Greene ha raggiunto una tale fama e successo, che non può di certo lasciar perdere un baco capace di rovinare l'esperienza di gioco a tantissimi utenti.

Il problema, come confermato dallo stesso Greene, proviene maggiormente dalla Cina, e proprio per questo motivo, Tencent, publisher per il gioco in territorio orientale, ha deciso di stringere una collaborazione con la polizia locale per fermare i fornitori di software per cheating.

Come riportato da GamesIndustry.biz, il lavoro sinergico delle due parti sta portando i primi frutti: sono già 120 gli arresti nel momento in cui scriviamo. La pena per "disturbare i network dei computer" può portare fino a 5 o più anni di carcere.

Staremo a vedere come la situazione si evolverà nei prossimi giorni. PlayerUnknown's Battlegrounds è disponibile ora per PC e Xbox One (in Accesso Anticipato).

Quanto è interessante?
5

PlayerUnknown's Battlegrounds

PlayerUnknown's Battlegrounds
Aggiungi in Collezione
  • In Uscita su
  • Pc
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • PS4
  • Date di Pubblicazione
  • Pc : 21/12/2017
  • Xbox One : 12/12/2017
  • Xbox One X : 12/12/2017
  • iPhone : 08/03/2018
  • iPad : 08/03/2018
  • Mobile Gaming : 08/03/2018
  • PS4 : 07/12/2018
  • Genere: FPS - Sparatutto in Prima Persona
  • Sviluppatore: Bluehole
  • Publisher: Bluehole
  • Pegi: 16+
  • Lingua: Tutto in Inglese
  • Sito Ufficiale: Link
  • +

Che voto dai a: PlayerUnknown's Battlegrounds

Media Voto Utenti
Voti: 97
6.5
nd