Raid di Pokemon GO sospesi per il Coronavirus, ma in Italia funzionano ancora

Raid di Pokemon GO sospesi per il Coronavirus, ma in Italia funzionano ancora
di

Nei giorni scorsi Niantic Labs ha sospeso i Raid di Pokemon GO in buona parte del mondo per evitare che i giocatori possano uscire di casa a caccia di Pokemon in questo periodo di quarantena dovuto all'emergenza internazionale Coronavirus. Non tutto però sembra sia andato per il verso giusto.

A quanto pare infatti moltissimi giocatori italiano hanno segnalato la presenza di Cobalion nei Raid Livello Cinque nella giornata di ieri (mercoledì 18 marzo), questo Pokemon Leggendario è effettivamente tornato disponibile nelle scorse ore ma dovrebbe essere bloccato in vari paesi come Italia, Giappone e Corea.

Utilizziamo il condizionale perchè come detto Cobalion (e la variante Cobalion Shiny) è apparso ad alcuni giocatori italiani e questo è indubbiamente un problema poichè potrebbe spingere alcuni allenatori a violare la quarantena, ovviamente noi vi sconsigliamo caldamente di farlo e vi invitiamo a restare a casa seguendo le direttive emesse dal Governo.

La scorsa settimana un trentenne italiano è stato denunciato poichè sorpreso in strada senza un valido motivo, impegnato proprio a giocare a Pokemon GO durante il Coronavirus. Niantic Labs ha riprogettato Pokemon GO per giocare da casa e dunque non è necessario lasciare la propria abitazione per andare a caccia di Pokemon. Gli eventi sospesi torneranno nel corso delle prossime settimane, non appena la delicata situazione internazionale si risolverà.

FONTE: TechTimes
Quanto è interessante?
1