Rainbow Six Siege: Clash si prepara a ritornare dopo un mese di assenza

Rainbow Six Siege: Clash si prepara a ritornare dopo un mese di assenza
di

Ubisoft sta pianificando la reintroduzione di Clash, Operatrice rimossa un mese fa da Rainbow Six Siege a causa di un grave exploit. Stando a quanto riferito dalla casa francese, il suo ritorno coinciderà con la pubblicazione della patch Y4S4.2, in arrivo prossimamente ma ancora priva di un changelog dettagliato.

Clash, la prima a giocare in difesa con l'ausilio di scudo, ha causato un bel po' di problemi fin da quando è stata introdotta nell'agosto del 2018. La sua prima sospensione è avvenuta a maggio dello scorso anno in occasione del lancio dell'Operazione Phantom Sight, a causa dello stesso exploit che è venuto a ripresentarsi nelle scorse settimane con l'Operazione Shifting Tides. L'exploit, in sostanza, permetteva ai giocatori che utilizzavano l'operatrice britannica di sparare con l'arma mantenendo al contempo lo scudo schierato, impedendo così agli attaccanti di colpirla e rendendola quasi imbattibile. Un problema estremamente grave e capace da solo di alterare il corso di intere partite.

Ci auguriamo che questa volta l'exploit sia stato risolto in maniera definitiva, e che non si ripresenti nuovamente in futuro. Clash è sempre sta problematica: essendo l'unica a possedere uno scudo balistico completo, ha spesso creato squilibri nel bilanciamento, venendo talvolta persino bannata dalle ranked. Restiamo in attesa di scoprire la data di pubblicazione della patch Y4S4.2.

Quanto è interessante?
1