Esport

Rainbow Six Siege: incredibili cambiamenti per la nuova stagione

Rainbow Six Siege: incredibili cambiamenti per la nuova stagione
di

Con l'uscita dell'Operazione Ember Rise, Rainbow Six Siege diverrà maggiormente equilibrato? L'arrivo del classico update pre stagionale sembra deporre in tal senso. L'aggiornamento porta con sé un portfolio di modifiche agli operatori abbastanza importanti ma anche rischiose.

Nonostante la precedente Operazione, Phantom Sight, abbia cercato di proporre con Nøkk e Warden qualche sostanziale novità nel comparto ludico, i due innesti non sono mai davvero riusciti a conquistarsi il favore del pubblico e dei giocatori professionisti.

I nuovi operatori, Goyo e Amaru, sembrano abbastanza affascinanti da poter solleticare i giocatori di ogni rank. La nuova stagione, come dicevamo, vedrà l'introduzione di una buona quantità di modifiche al gameplay.

Questa volta, il team di sviluppo canadese ha lasciato spazio non solo al nuovo scudo, ma anche ad alcuni miglioramenti generali che potenzieranno alcuni operatori, oltre a modificare in maniera sensibile il loadout di alcuni.

Le modifiche all'utility confermate in arrivo con Operazione Ember Rise includono degli update per Smoke, Glaz, Dokkaebi. Il cambio per Smoke è significativo perché potrà contare sul nuovo scudo mobile.

Glaz e Dokkaebi, invece, al posto delle stun (per Dokkaebi) e della claymore (per Glaz) avranno entrambi le frag. Scelta abbastanza strana per Glaz il quale, dopo il precedente rework potrebbe ricevere la mazzata finale, dando l'addio al ruolo attivo nelle composizioni dei team. Le granate per Dokkaebi, invece, sembrano una buona soluzione per renderla più letale in combinazione con il suo fastidioso hack.

A ricevere le frag ci saranno anche Maestro, Mira e Lesion, i quali perderanno la possibilità – non da poco – di sfruttare il riparo offerto dall'utilissimo scudo mobile. Lesion avrà la peggio per il loadout: una camera antiproiettile. Saranno tutti costretti alla mobilità?

Nokk, invece, riceverà la claymore. Scelta alquanto sensata, visto che così potrà chiudere l'eventuale roamer nemico, coprendosi le spalle. Warden avrà un boost. Il team infatti punta ad “alleggerire” l'operatore per renderlo meno soggetto ai malus relativi alla sua imponente stazza e alla sua abilità distintiva. Warden, a ogni buon conto, promette di essere ancora troppo situazionale e siamo sicuri che la percentuale di pick rimarrà molto bassa.

Uno dei cambiamenti più evidenti, comunque, sarà l'aumento dei tempi di piazzamento e disinnesco: da cinque a sette secondi. Due secondi in più sono davvero tantissimi e cambieranno di sicuro il modo di impostare i match.

Ora non ci resta che attendere con impazienza l'arrivo della terza stagione!

Quanto è interessante?
1