Rainbow Six Siege: ecco perché non passerà mai al free to play

Rainbow Six Siege: ecco perché non passerà mai al free to play
di

Se siete tra i giocatori che sperano nel passaggio al modello free to play per Tom Clancy's Rainbow Six Siege, sappiate che Ubisoft non ha alcuna intenzione di rendere gratuita l'edizione standard dello sparatutto.

A differenza di quanto si possa pensare, tale scelta non è data dall'avidità dell'azienda francese, ma dalla volontà di preservare un clima rilassato e piacevole all'interno della propria community. Se infatti il passaggio al free to play potrebbe addirittura aumentare gli introiti a causa dell'elevato numero di operatori e DLC cosmetici che è possibile acquistare nel negozio, il team di sviluppo vuole continuare a mantenere il modello "pay to play" in modo tale che funga da barriera d'entrata.

Secondo il brand director di Rainbow Six, Alexandre Remy, rendere il gioco gratuito causerebbe l'arrivo di numerosi giocatori intenzionati semplicemente a provare il gioco e poco interessati a vincere, il che non farebbe altro che aggiungere tossicità alla community. Si tratta di una decisione che rispetta perfettamente la filosofia di Ubisoft, che si è dimostrata sempre molto attenta nei confronti dei giocatori dello sparatutto in prima persona. Remy ha inoltre specificato che il prezzo dell'edizione standard del gioco è estremamente basso e grazie ad una delle frequente offerte che lo coinvolgono potreste accaparrarvi una copia a circa 10 euro.

Vi ricordiamo che un sequel di Rainbow Six Siege non è attualmente previsto e il team di sviluppo sta lavorando per portare il gioco anche sulle console di prossima generazione. Avete già fatto la conoscenza del nuovo operatore di R6 Siege Warden? Domani, 4 giugno 2019, avrà inoltre il via il Rainbow Six Siege PG Nationals 2019.

FONTE: dailystar
Quanto è interessante?
4