di

Un appassionato di videogiochi e console vintage scuote la scena dei collezionisti decidendo di mettere all'asta la sua copia di Extra Terrestrials per Atari 2600, uno dei videogame più rari del pianeta a causa dell'esiguo numero di copie ridotte, ossia circa 100 nell'ormai lontano 1983.

Dato l'elevato numero di richieste pervenutegli prima di lanciare questa iniziativa, il fortunato possessore di Extra Terrestrials ha deciso di mettere all'asta la sua copia, consentendo ai potenziali acquirenti di saltare la trafila e di aggiudicarsi l'oggetto sborsando la modica cifra di 90.000 dollari.

Secondo il venditore, il prezzo della cartuccia è così elevato non solo perchè è la prima volta che viene messa all'asta una copia di Extra Terrestrial ma, soprattutto, perchè gli unici possessori conosciuti del gioco sono dei musei. Operazioni simili sono state compiute anche da altri collezionisti con videogiochi come Stadium Events per NES, battuto all'asta per circa 42.000 dollari e rimasto, da allora, uno dei videogiochi più costosi al mondo.

La storia di Extra Terrestrials, oltretutto, è particolarmente interessante e coinvolge un manipolo di sviluppatori indipendenti che, sulle ali dell'entusiasmo per il lancio del film di E.T. L'Extraterrestre e dell'omonimo videogioco, si è impegnato per creare questo titolo. Purtroppo per i suoi autori, il crollo dell'industria videoludica avvenuto nel 1984 li spinse a rivedere i propri piani fino a costringerli a vendere porta a porta le circa 100 cartucce stampate fino a quel momento nella speranza di rientrare dei costi di sviluppo e delle ore di lavoro perse per realizzare il gioco come hobby. Già che ci siamo, vi consigliamo di ammirare il nostro Video speciale sui videogiochi più brutti di sempre, con titoli del calibro di Superman per N64 e, appunto, di E.T. per Atari 2600.

Quanto è interessante?
6