Adesso online
Mettiamo finalmente le mani sul picchiaduro di Bandai Namco

Ready at Dawn: PSP, un progetto fallimentare fin dall'inizio

di

In un'intervista rilasciata al magazine Edge, il co fondatore di Ready at Dawn, Ru Weerasuriya, ha esternato le sue considerazioni sulla PlayStation portable, la console portatile di Sony, dichiarando che il progetto era fallimentare fin dall'inizio:
"La PSP è una buona piattaforma, su cui svilupparci tantissime cose interessanti, e negli ultimi anni abbiamo fatto il possibile per dimostrarlo. Ma la console aveva il destino segnato fin dall'inizio: aveva molte caratteristiche che non sono riconducibili ad un dispositivo portatile, e nonostante abbia il Wi-Fi, la connettività risulta molto limitata. La speranza è che con il prossimo modello facciano di questa esperienza una base per migliorarsi, dando anche un'occhiata a quello che già hanno realizzato i concorrenti."