Esport

Red Bull Solo Q: la finalissima italiana a Milano, un evento imperdibile aperto a tutti!

Red Bull Solo Q: la finalissima italiana a Milano, un evento imperdibile aperto a tutti!
di

In media, ogni secondo, nel mondo viene avviata una partita su League of Legends (a proposito, avete letto la nostra anteprima su Nilah?). Il videogame più giocato su PC, nonché uno dei fattori determinanti dell'esplosiva crescita degli esport, sarà il campo da gioco dove si sfideranno i protagonisti della finale italiana del Red Bull Solo Q.

Il torneo mette faccia a faccia i migliori player amatoriali della Penisola con il format Red Bull creato sull’apprezzatissimo videogioco Riot Games.

L’imperdibile appuntamento da segnare in agenda è domenica 3 luglio a partire dalle 18:00 al Combo Milano di Ripa di Porta Ticinese, 83. Per la prima volta, finalmente, l’evento sarà totalmente aperto al pubblico, permettendo proprio a tutti, dai fan più sfegatati ai neofiti, di godersi lo spettacolo di una vera competizione esport tra i giocatori più promettenti del panorama competitivo nazionale.

Al contrario dei tradizionali tornei di League of Legends, dove a sfidarsi sono 2 squadre da 5 giocatori, il Red Bull Solo Q, che nella scorsa edizione ha contato in totale ben 80mila iscritti a livello internazionale, si configura come una competizione unica, uno contro uno, con match frenetici e spesso impossibili da prevedere su una porzione di mappa. Per vincere, i player dovranno ottenere il Primo Sangue, ovvero la prima uccisione, distruggere la torre avversaria o sbaragliare ben 100 servitori nemici.

Questa particolare modalità di gioco rende il Solo Q una competizione fresca, avvincente e molto divertente, totalmente fuori dagli schemi in pieno stile Red Bull. Il percorso che ha portato i player in finale è stato molto duro ed è iniziato con le qualificazioni online che si sono tenute tra maggio e giugno, per poi giungere al gran finale, al quale sono approdati i migliori 8 giocatori, spronati dalla straordinaria possibilità di arrivare a rappresentare l’Italia ai play-off europei, valevoli per le tanto agognate finali mondiali.

Il vincitore, infatti, proseguirà nella scalata verso la gloria sfidando i migliori giocatori dilettanti di tutto il globo, inseguendo il sogno di essere incoronato il giocatore amatoriale di League of Legends più forte al mondo. Lo spettacolo è assicurato per tutti coloro che sceglieranno di assistere alla finale della tappa italiana: le sfide saranno serratissime e la presenza del pubblico dal vivo creerà un’atmosfera ancora più adrenalinica.

Come allo stadio, i fan presenti porteranno una dose di entusiasmo extra sia ai giocatori, sia a tutti gli appassionati, creando il clima perfetto per una finale al cardiopalma. Proprio tutti potranno godersi lo show, nessuno escluso, perché la finale sarà trasmessa anche in streaming sul canale Twitch RedBullIT, in modo che ognuno possa sostenere il proprio player preferito anche a distanza.

La fruttuosa collaborazione tra Red Bull e PG Esports, tournament organizer leader in Italia, continua a regalare grandi momenti di esport a tutta la nazione, stabilendo nuovi standard anche per il panorama delle competizioni amatoriali. A supportare il Red Bull Solo Q anche Acer, il partner tecnologico che, con la gamma di prodotti Nitro con processori AMD Ryzen, mette a disposizione dei giocatori hardware di prima fascia, garantendo sempre un’esperienza di gioco senza compromessi.

Quanto è interessante?
1