di

La conclusione della Beta di Red Dead Online ha spinto molti utenti di Red Dead Redemption 2 ad approfittare delle numerose novità dell'ultimo update per cavalcare verso il Sole nella modalità multiplayer del kolossal Rockstar Games.

Un numero sempre crescente di giocatori riferisce di essere incappato in un bug che definire inquietante sarebbe un pallido eufemismo: esplorando la Frontiera insieme al proprio alter-ego, molti utenti affermano infatti di aver assistito alla comparsa di decine di cadaveri di cavalli impilati gli uni sugli altri.

Come spiegano gli appassionati di Red Dead Online che hanno dovuto ammirare questo macabro spettacolo ingame, l'apparizione di questa massa putrescente di cavalli digitali avviene in maniera del tutto casuale nel corso dell'esplorazione libera della Frontiera multiplayer ed è accompagnata da ulteriori fenomeni che contribuiscono ad alimentarne il mistero.

Su Twitter, ad esempio, diversi giocatori di RDR 2 raccontano che la pila di carcasse di cavalli bruciati che sembra apparire di sovente nei pressi della cittadina di Valentine produce suoni inquietanti se "calpestata" o colpita dal proprio personaggio. Il glitch delle pile di cadaveri di cavalli è però solo l'ultimo dei tanti bug segnalati dalla community dall'uscita di Red Dead Online dalla fase di Beta su PS4 e Xbox One: i problemi più gravi riguarderebbero la scomparsa dei (già esigui) abitanti delle città e degli errori nell'accesso ai server delle modalità multiplayer correlate al Free Roam.

Nell'attesa di capire quali interventi verranno compiuti da Rockstar Games per risolvere i bug emersi con l'ultimo update, vi lasciamo all'approfondimento di Alessandro Bruni su come è cambiato Red Dead Online dopo la Beta.

FONTE: Kotaku
Quanto è interessante?
7