Reggie Fils-Aime smentisce i rumor sulla "versione 2.0" di Nintendo Switch

Reggie Fils-Aime smentisce i rumor sulla 'versione 2.0' di Nintendo Switch
di

Nella medesima intervista a Forbes dedicata alle vendite di Nintendo e ai piani a medio-lungo termine della casa di Kyoto, il presidente di Nintendo of America Reggie Fils-Aime ha voluto spegnere sul nascere le voci di corridoio riguardanti lo sviluppo di una nuova revisione hardware di Nintendo Switch.

Interpellato dai giornalisti di Forbes in merito alla volontà della compagnia nipponica di commercializzare una "versione 2.0" di Switch nel corso del prossimo anno, il boss della divisione statunitense di Nintendo ha spiegato chiaramente che "in questo momento, mentre entriamo nella nostra seconda stagione natalizia (dal lancio di Switch, ndr), il mio obiettivo è quello di fare in modo che l'attuale Switch grigia e neon continui ad avere uno slancio sul mercato".

Alla domanda se valga o meno la pena seguire la strada tracciata dalla concorrenza, col successo commerciale raggiunto da Sony e Microsoft con le console mid-gen PS4 Pro e Xbox One X, Fils-Aime ha risposto che "sia che si fosse trattato di console nostre o della concorrenza, hai visto utilizzare questo tipo di tattica un po' più avanti nel ciclo vitale delle console (rispetto alla situazione di Switch, ndr). Al momento, perciò, il nostro obiettivo è quello di spingere sulle funzionalità e sul sistema attuale di Nintendo Switch con Joy-Con".

Il presidente di Nintendo of America, quindi, smentisce le indiscrezioni sul lancio nel 2019 di una nuova versione di Switch ma lascia aperto più di uno spiraglio per la produzione futura di una revisione hardware mid-gen del sistema.

Quell'insolito riferimento a "Nintendo Switch con Joy-Con" in chiusura di intervista, infatti, potrebbe suggerire la volontà del colosso di Kyoto di realizzare una console casalinga pura, una sorta di "Switch Pro" sprovvista di funzionalità portatili ma votata solo ed esclusivamente al gioco da salotto e dotata di maggiore potenza computazionale.

FONTE: Forbes
Quanto è interessante?
5