Il remake di The Last of Us per PS5 esiste davvero oppure no?

Il remake di The Last of Us per PS5 esiste davvero oppure no?
di

Da tempo ormai si parla di The Last of us Remake, il rifacimento dell'opera Naughty Dog che potrebbe presto vedere la luce, secondo diversi rumor e indiscrezioni. Valutando tutto ciò che si è detto, e ripercorrendo la storia dietro il presunto progetto, torneremo davvero a seguire Joel ed Ellie attraverso l'America?

Il primo a parlare del remake fu Jason Schreier, nome solitamente affidabile dell'industria e attuale firma di Bloomberg. Secondo il giornalista americano il progetto fu inizialmente presentato a Sony dal collettivo di sviluppatori Visual Arts Service Group, i quali avrebbero abbandonato i lavori per essere assegnati a The Last of Us Parte II.

A quel punto, conclusi gli impegni con l'acclamato sequel (ecco la recensione di The Last of Us Parte II) la stessa Naughty Dog prese il controllo del remake, con un conseguente innalzamento delle ambizioni e risorse dietro lo sviluppo. L'obiettivo attuale sarebbe quello di allineare il gioco al livello tecnico e di gameplay della seconda parte, con una finestra di lancio prevista per la fine del 2022, in concomitanza con l'uscita dell'adattamento televisivo targato HBO.

A consolidare queste indiscrezioni il curriculum di un QA tester di Naughty Dog, che ha destato sorpresa proprio per la menzione, oltre che di un progetto multiplayer, anche di un remake. Potrebbe essere proprio l'atteso rifacimento di The Last of Us? Non ci resta che aspettare sapendo che, se le informazioni dovessero rivelarsi corrette, un primo sguardo alla prossima esclusiva Sony di peso sarebbe molto più vicino di quanto si possa immaginare.

Quanto è interessante?
5