di

Nel corso delle ultime ore, all'annuncio del ritorno del JRPG nel 2023 durante lo svolgimento dell'edizione 2022 del Tokyo Games Show, sono sopraggiunti ulteriori dettagli sul titolo. Tales of Symphonia riceverà una serie di miglioramenti rispetto alla versione originale.

Nonostante il limite dei 30 PFS inferiore alla versione per GameCube, che ha fatto storcere il naso a molti videogiocatori, ci giungono nuove notizie proprio dallo stesso publishe. Bandai Namco, infatti, avrebbe rielaborato la grafica dei personaggi principali del titolo, con anche qualche miglioramento tecnico-estetico di alcuni elementi presenti nel mondo di gioco.

Le modifiche non andrebbero ad intaccare solamente le fasi di gameplay effettive, estendendosi, di fatto, anche alle cinematiche e alla grafica bidimensionale di tutte le scene di intermezzo. Inoltre, nella versione rimasterizzata sarà presente anche la feature che permetterà di saltare alcune di queste scene. Tuttavia, il vero elemento negativo di questa riproposizione riguarda proprio il frame rate ed i dubbi che si sono generati tra l'utenza in riferimento alla stabilità generale del prodotto.

Eppure, stando a quanto dichiarato da Bandai Namco, nonostante il titolo girerà a soli 30 frame al secondo si tratta pur sempre di un prodotto stabile in termini prestazionali. Tuttavia, per fugare ogni dubbio sarà necessario mettere le mani sul prodotto. Tuttavia, qualora foste interessati, qui di seguito vi rimandiamo al video completo della presentazione di Tales of Symphonia Remastered che, vi ricordiamo, arriverà su Nintendo Switch nei primi mesi del 2023.

Quanto è interessante?
3