Remedy Entertainment: "vogliamo avere maggiore controllo sui nostri brand"

di

Nel corso di un'intervista a Gamesindustry.biz, Tero Virtala, CEO di Remedy Entertainent, ha espresso i suoi pensieri e le sue impressioni sulla neonata partnership stretta tra la software house finlandese e il publisher italiano 505 Games.

"Abbiamo discusso molto con 505 Games, e ci è sembrato di condividere gli stessi principi", le parole di Virtala. "Hanno chiaramente molto esperienza e capacità, specialmente in quelle aree in cui noi siamo interessati. 505 Games è stata un'eccellente combinazione per Remedy".

Proseguendo, Virtala ha poi reso chiara una questione importante: Remedy, d'ora in avanti, sarà fermamente intenzionata ad avere maggiore controllo sui suoi brand, decidendo se e come proseguirli. "Vogliamo avere più controllo sui nostri giochi. Vogliamo avere più voce in capitolo... Ci siamo sempre concentrati sul creare giochi, e una delle nostre specialità è il modo in cui creiamo i mondi di gioco, il ruolo delle location, i personaggi e le storie. Se creiamo un gioco eccellente, vogliamo avere la possiblità di continuare queste storie con dei capitoli successivi. Questo, purtroppo, non è stato possibile con Alan Wake e Quantum Break", ha dichiarato Virtala, probabilmente facendo velatamente riferimento agli accordi stretti in passato con Microsoft. "La decisione non è nostra se il brand stesso non è in mano nostra", ha infine concluso.

Remedy rimane impegnata nello sviluppo di Project 7, misterioso action game in arrivo su PC, PS4 e Xbox One realizzato con il performante Northlight Engine.

Quanto è interessante?
0