di

Molti si sono stupiti dell'annuncio di Resident Evil 3 Remake: con il remake del secondo episodio uscito nel gennaio 2019, i tempi per sviluppare da zero un progetto di questo calibro sembrano piuttosto ristretti... ma sembra esserci una spiegazione logica.

Secondo quanto riferito da Imran Khan (ex editor di GameInformer USA) nel podcast di commento allo State of Play targato Kinda Funny Games, Resident Evil 3 sarebbe dovuto uscire inizialmente insieme al remake di Resident Evil 2, come parte di un solo pacchetto.

"Da quello che mi hanno riferito, Resident Evil 2 e Resident Evil 3 erano stati pensati come una sola collection ma il lavoro da fare era davvero troppo. Lo sviluppo era in ritardo e il secondo capitolo sarebbe dovuto uscire nel 2017 anzichè nel 2018 ma i tempi si stavano allungando incredibilmente. Da qui la decisione di dividere il progetto in due parti, per questo arriverà così rapidamente."

Secondo Khan, Resident Evil 3 Remake dovrebbe essere in sviluppo da circa tre anni mentre non ha informazioni precise sulla volontà di Capcom di unire il gioco a Resident Evil REsistance, probabilmente la volontà del publisher è quella di offrire due prodotti al prezzo di uno, come nei piani originali.

Resident Evil 3 Remake è atteso per il 3 aprile 2020 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Quanto è interessante?
12