di

In molti si stanno chiedendo come mai Capcom abbia deciso di adottare un nuovo look per Jill Valentine in Resident Evil 3 Remake, dove il personaggio appare ridisegnato rispetto alla versione originale uscita nel 1999. Una risposta a questo dubbio arriva dalle pagine della rivista britannica EDGE.

La testata ha intervistato il produttore Peter Fabiano, il quale chiarisce alcuni aspetti legati al cambio di look: "in Resident Evil 3 Remake abbiamo adottato uno stile vicino al fotorealismo con l'obiettivo di dare vita ad un'atmosfera horror che fosse assolutamente credibile. Volevamo che Jill fosse all'altezza della situazione ma anche che mantenesse la sua personalità, è così che è nata la nuova Jill."

Nella giornata di ieri Capcom ha mostrato 20 minuti di gameplay di Resident Evil 3 Remake, ricordiamo che il gioco uscirà il 3 aprile su PC, PlayStation 4 e Xbox One, nel pacchetto è inclusa anche l'esperienza multiplayer Resident Evil REsistance, slegata dall'avventura principale.

Capcom ha promesso anche una demo di Resident Evil 3 Remake, al momento però non ci sono dettagli sui contenuti e la data di uscita della versione di prova, in arrivo presumibilmente nel corso del mese di marzo.

Quanto è interessante?
10