di

Digital Foundry ha pubblicato una nuova analisi tecnica di Resident Evil 7, mettendo a confronto le versioni PlayStation 4 Pro e Xbox One X. Grazie alla recente patch pubblicata da Capcom, il gioco riesce a girare a 4K nativi sulla console Microsoft.

Dopo aver messo a segno uno dei supporti più convincenti per la realtà virtuale, Resident Evil 7 supporta adesso la risoluzione 4K anche su Xbox One X, permettendoci di sfruttare a pieno i pannelli Ultra HD.

Procedendo con ordine, la versione PlayStation 4 Pro parte da una risoluzione nativa di 1800p (grazie alla patch 1.6) per raggiungere i 4K tramite il checkerboard rendering, mentre l'edizione Xbox One X riesce a mantenere i 4K nativi pur girando a 60fps stabili. Un traguardo tecnico notevole per la console Microsoft, a cui si aggiunge una soluzione molto robusta per l'anti-aliasing (l'equivalente di FXAA+TAA su PC).

Il risultato è una qualità dell'immagine praticamente impeccabile per la versione Xbox One X, anche se si è scesi a qualche piccolo compromesso per gli oggetti renderizzati a distanza (dove si nota un leggero calo di dettaglio rispetto a PS4 Pro, notabile soltanto nelle sezioni all'aperto). Parlando del frame rate, infine, Resident Evil 7 riesce a mantenere i 60fps stabili sia su PS4 Pro che su Xbox One X, garantendo una fluidità più convincente rispetto alle controparti standard.

Vi lasciamo con la video analisi riportata in cima alla notizia.

Quanto è interessante?
6