di

Lo storico sviluppatore giapponese Shinji Mikami ha celebrato il trentesimo anniversario della sua carriera con un documentario intitolato "The Birth of Survival Horror" in cui discute di alcuni aspetti della sua vita creativa e professionale.

Il famoso creator del Sol Levante, meglio conosciuto come director degli originali Resident Evil e Resident Evil 4, ha infatti discusso di come le sue capacità creative sono mutate nel corso della carriera, individuando l'apice delle proprie possibilità intorno ai 30 anni. Nel documentario che racconta le sue gesta, Mikami ha affermato: "Si cambia a seconda dell'esperienza acquisita. Quando sei giovane hai buon senso nel fare le cose. La tua energia, il tuo cuore e la tua resistenza sono migliori. Tuttavia, manca l'esperienza e quindi, anche se hai buon senso, non sei abbastanza maturo per sviluppare e mostrare in maniera semplice delle cose ai giocatori".

Lo sviluppatore ha poi proseguito: "D'altra parte, quando acquisisci esperienza diventi più efficace nel soddisfare il pubblico. Tuttavia, il tuo gusto inizia a svanire. Realizzare un gioco richiede molta energia, ci spendi molto tempo, quindi resistere diventa più difficile. In generale, credo che gli sviluppatori raggiungano il proprio picco durante i trent'anni, se si combinano tutte le abilità. Ho realizzato Resident Evil 4 a 39, quindi credo di rientrare in quel picco".

Mikami ha lavorato a Capcom per circa 25 anni prima di passare a Platinum Games, per poi approdare a Tango Gameworks, dove attualmente sta ultimando i lavori sulla prossima esclusiva (temporale?) per PlayStation 5, Ghostwire: Tokyo (di cui trovate la nostra anteprima a questo link).

FONTE: VGC
Quanto è interessante?
3