Return to Monkey Island: cosa cambia tra modalità semplificata e classica?

Return to Monkey Island: cosa cambia tra modalità semplificata e classica?
di

Return to Monkey Island è finalmente qui, e arriva con tutte le caratteristiche uniche che hanno portato al grande successo della serie firmata Ron Gilbert. In questo nuovo capitolo, disponibile su PC e Nintendo Switch, sono presenti due diverse modalità: semplificata e completa. Ecco come funzionano.

Sicuramente trovare dei livelli di difficoltà in un'avventura grafica è particolare, ma non totalmente ingiustificato. Terrible ToyBox ha infatti pensato ad una soluzione per tutti quei giocatori non avvezzi agli enigmi, generalmente piuttosto complessi ed elaborati all'interno della serie con protagonista Guybrush Threepwood. Interviene in questo caso la modalità semplificata, con puzzle più semplici e brevi, simili a quelli originali ma in larga parte snelliti per essere facilmente superabili.

Al contrario la modalità completa (o classica), come suggerisce il nome, non rinuncia a quel pizzico di difficoltà in più e mette in gioco tutti gli ingegnosi ostacoli pensati dal team di sviluppo capitanato da Ron Gilbert, per un'esperienza appagante e certamente più longeva (scoprite quanto dura Return to Monkey Island). Una scelta che consigliamo di fare a tutti per godersi appieno l'opera distribuita da Lucasfilm Games.

A proposito della nuova avventura di Guybrush, ecco la nostra recensione di Return to Monkey Island, dove analizziamo i pregi di questo grandioso sequel.

Quanto è interessante?
3