Returnal: nuovi dettagli su protagonista, elementi platform ed esplorazione

Returnal: nuovi dettagli su protagonista, elementi platform ed esplorazione
di

I curatori del PlayStation Blog pubblicano un nuovo approfondimento su Returnal pieno di dettagli sull'esperienza di gioco, sulla protagonista e sulla bontà degli elementi platform che andranno a caratterizzare il prossimo shooter di Housemarque in procinto di arrivare su PS5.

Gillen McAllister di SIE ci permette così di familiarizzare con il setting narrativo e l'impasto ludico dell'ultima esclusiva PS5 partendo appunto dal ruolo interpretato da Selene: l'esplorazione descritta da McAllister, infatti, "non è un marine spaziale dal grilletto facile, ma una guerriera dall'approccio riflessivo che sintetizza alla perfezione la sua mentalità da scienziata e la caparbietà dell'esploratrice. Eppure, sul campo di battaglia Selene è un fulmine che sa eseguire scatti repentini per superare baratri e attraversare indenne i proiettili nemici. L’interfaccia radiale indica con colori differenti la direzione e la vicinanza delle minacce nemiche. Da preda, può diventare predatrice. Nelle prime fasi del gioco ottiene una spada e un rampino che ampliano le sue opzioni di attacco e di movimento. L’ampia gittata del rampino, in particolare, le consente di proiettarsi velocemente a grande distanza".

Il rappresentante di Sony Interactive Entertainment prosegue nel suo discorso per approfondire altri ambiti del gameplay di Returnal, come le fasi platform e l'esplorazione degli ambienti. McAllister spiega ad esempio come "in Returnal gli scontri non mancheranno, ma non sarà una banale successione di arene di combattimento tutte uguali fra di loro. Ciascuno scenario vanterà una conformazione differente da quella che l'ha preceduta, con ampie possibilità di esplorazione. [...] L'atmosfera di Atropo sarà ricca di piccoli dettagli che esulano dal combattimento e che vi permetteranno di apprezzare l'imponenza dell'architettura aliena, i versi della fauna che si levano in lontananza, l’erba che ondeggia al vento, le macchie di fango che si accumulano sulla tuta di Selene o il ticchettio ritmico della pioggia, reso tattile dal feedback aptico del DualSense".

Sempre in merito alla bontà dei frangenti esplorativi di Returnal, l'esponente di SIE afferma che "ogni porta si aprirà su scenari inaspettati, da sentieri angusti a strutture svettanti, passando per gallerie impervie e ponti distrutti, con catacombe nascoste e stanze secondarie da scoprire". Chi vorrà tuffarsi nelle atmosfere aliene di Atropos con Returnal dovrà pazientare fino all'uscita dello sparatutto sci-fi di Housemarque, prevista per il 30 aprile su PlayStation 5.

Quanto è interessante?
7