Forse se lo ricordano in pochi, ma Beyond Good & Evil era davvero bello

di

Vi ricordate di Beyond Good and Evil, la grande avventura di Ubisoft? Riscopriamone insieme le caratteristiche principali, in attesa di saperne di più sul sequel, apparentemente segnato da qualche problema di sviluppo.

Ideato dalla mente di Michel Ancel, già autore della serie di Rayman, Beyond Good & Evil fu originariamente pubblicato nel 2003 su PlayStation 2, PC, Xbox e GameCube, prima di ricevere una rimasterizzazione in HD giunta nel 2011 su PlayStation 3 e Xbox 360. Nonostante non si sia affermato come una hit commerciale, Beyond Good & Evil rimane tutt'oggi una delle produzioni Ubisoft più acclamate dalla critica, motivo per il quale l'annuncio del seguito dell'opera Sci-Fi destò tanto clamore tra gli appassionati.

Beyond Good & Evil narra la storia di Jade, una giovane fotoreporter che assieme allo zio adottivo Pey'j vive in un faro isolato, dove si prende cura di un gruppetto di bambini resi orfani dagli attacchi dei temibili DomZ, alieni che da oltre un ventennio minacciano la pace di Hillys. Un particolare evento innescherà l'inizio del viaggio di Jade, che assieme al giocatore comincerà a svelare una ragnatela di intrighi di portata interplanetaria. La trama avvincente, i personaggi (Jade in primis) stratificati, ed una struttura di gameplay ridimensionata rispetto ai piani originali ma tutt'altro che rinunciataria, hanno fatto sì che Beyond Good & Evil sia diventato ad oggi un cult senza tempo.

I fan rimangono in attesa di Beyond Good & Evil 2, apparentemente ancora in pre-produzione stando alle ultime indiscrezioni di Jason Schreier. Il progetto è estremamente ambizioso e sembra che Ubisoft abbia bisogno ancora di tempo prima di tornare a mostrarlo al pubblico. Nel frattempo, potete ripercorrere insieme a noi l'indimenticabile storia del primo capitolo.

Quanto è interessante?
5