di

Nel commentare l'indiscrezione (da lui stesso lanciata) del rinvio di The Last of Us 2, Jason Schreier approfondisce la questione e spiega che il posticipo del kolossal di Naughty Dog avrebbe causato anche lo slittamento dell'uscita di Ghost of Tsushima.

Ricollegandosi al sorprendente rumor del posticipo di The Last of Us Parte 2, il giornalista di Kotaku ha rivelato su Twitter che "nonostante Ghost of Tsushima non avesse ancora una data di uscita ufficiale, il lancio del titolo non avverrà prima della fine del 2020 proprio in funzione del rinvio di TLOU 2".

Quanto alle voci di corridoio che davano il progetto di Sucker Punch ormai in procinto di essere trasformato in un titolo next-gen da giocare esclusivamente su PlayStation 5 e non su PS4, l'ormai famoso editor di Kotaku spiega che "non aspettatevi che lo trasformino all'improvviso in un gioco per PS5 o altro, è solo che prima (della notizia ufficiosa dello slittamento dell'uscita di The Last of Us 2, ndr) il lancio del titolo sarebbe dovuto avvenire nella prima metà dell'anno, ora non più".

A dispetto di queste indiscrezioni e del lungo digiuno mediatico, lo sviluppo della prossima epopea action adventure di Sucker Punch sarebbe in una fase tanto avanzata da indurre Shuhei Yoshida di Sony a dirsi sopraffatto dalla qualità grafica di Ghost of Tsushima dopo averne provato una demo a porte chiuse.

Quanto è interessante?
12