Esport

Riot Games ha censurato Hong Kong durante i campionati mondiali League of Legends?

Riot Games ha censurato Hong Kong durante i campionati mondiali League of Legends?
di

Sembra che Riot Games abbia censurato il termine Hong Kong durante la trasmissione dei recenti campionati mondiali 2019 di League of Legends, probabilmente con l'obiettivo di evitare qualsiasi riferimento alle proteste che stanno avvenendo in questo periodo nel paese.

Numerosi spettatori hanno notato come i caster non abbiano mai pronunciato correttamente il nome della squadra Hong Kong Attitude, optando per un più generico HKA, limitandosi quindi alle sole iniziali del team. Altri presentatori hanno invece citato il nome Hong Kong apparentemente con qualche incertezza, come se fossero spaventati, almeno questa l'impressione riportata da molti spettatori.

Da segnalare come gli Hong Kong Attitude non siano stati intervistati subito dopo la loro vittoria come prassi, la chiacchierata con i membri del team è stata trasmessa qualche ora dopo in versione registrata e non in diretta come accade solitamente in questi casi.

Si tratta ovviamente solo di speculazioni ma molti pensano che Riot abbia voluto limitare problemi di qualsiasi tipo considerando che la compagnia è sotto il controllo del colosso cinese Tencent. Ricordiamo che Blizzard è finita nell'occhio del ciclone per aver bannato un pro player di Hearthstone che ha espresso sostegno alle proteste di Hong Kong... situazione che Riot vorrebbe fortemente evitare.

FONTE: DoteSports
Quanto è interessante?
5