Riot Games svela enti no-profit italiani vincitori della votazione di beneficienza

Riot Games svela enti no-profit italiani vincitori della votazione di beneficienza
di

La votazione di beneficienza di fine 2022 si è conclusa in casa Riot Games: i 6 milioni di dollari stanziati dalla società statunitense per organizzazioni no-profit in 28 Paesi verranno suddivisi infine tra soltanto alcune realtà di tutto il mondo, sostenendone certe più di altre.

A dicembre la casa produttrice di videogiochi come League of Legends e VALORANT ha specificato, infatti, che l’organizzazione con più voti in ogni paese/regione avrebbe ricevuto il 50% dei fondi stanziati per l'area in questione, mentre a ciascuno degli altri due enti candidati avrebbe devoluto il 25%. Si parla di un minimo di 15.000 dollari per singola no-profit: “Grazie ai nostri straordinari giocatori, abbiamo potuto fare la differenza per 83 enti no-profit in tutto il mondo", ha aggiunto Jimmy Hahn, Responsabile senior del Social Impact di Riot Games. "Il 2022 è stato un anno fantastico per il Social Impact Fund e, nel 2023, non vediamo l'ora di offrire ai giocatori altre opportunità per avere un impatto significativo e cambiare in meglio le loro comunità locali attraverso i nostri giochi."

In Italia in particolare, delle tre partecipanti Chayn Italia, L'abilità Associazione Onlus, e Fondazione Soleterre è stata proprio quest’ultima a ricevere il maggior numero di voti. Lo stesso Jimmy Hahn ha aggiunto in altre occasioni che questa raccolta fondi per il Social Impact Fund è l’appuntamento fisso in cui i giocatori superano le aspettative degli organizzatori: “Crediamo nel dare ai giocatori l'opportunità di produrre cambiamenti significativi nelle loro comunità e le campagne di votazione di beneficenza sono uno strumento molto utile per farci dire quali cause ed enti hanno un peso maggiore a livello locale. Abbiamo davvero i migliori giocatori al mondo”.

Quanto è interessante?
2