Rocket League, la guida alle modalità Canestro, Rissa, Snow Day e Dropshot

Rocket League, la guida alle modalità Canestro, Rissa, Snow Day e Dropshot
di

Nel caso ve lo foste chiesti, la modalità classica di Rocket League (Soccar, simpaticamente tradotto Ca-R-lcio in italiano) non è la sola disponibile nel gioco. Poter pilotare un bolide volante con le ruote implica infinite possibilità, alcune in grado di simulare sport esistenti, altre del tutto fantasiose.

Andando in Gioca e poi in Modalità Extra scoprirete che esistono ben 4 modalità diverse da quella classica, con regole proprie e addirittura campi da gioco unici. Vediamo quali sono e parliamone brevemente.

Rissa

In questa modalità, concepita per il puro divertimento, possono accadere le cose più impensabili. Consiste infatti nel disputare una normale partita di ca-r-lcio (la palla è rotonda, la fisica è uguale) 3v3, con la differenza che ogni 10 secondi avrete a disposizione un power-up in grado di cambiare bruscamente l'andamento della partita. Il countdown è situato in basso a destra, e allo scadere dei 10 secondi vedrete comparire sempre lì il tipo di potenziamento, completamente casuale, che potrete utilizzare con la pressione di L3 (levetta sinistra). Il fatto che anche tutti gli altri giocatori possano, ogni 10 secondi, attivare un potenziamento, spiega a sufficienza il nome di questa modalità, che si trasforma ben presto in un caos totale; i power-up infatti variano da enormi pugni a molla in grado di spingere il pallone direttamente nella porta avversaria da grande distanza, a uragani vaganti che sollevano in aria le macchine (compresa la vostra) e perfino teletrasporti! Se non cercate la competizione ma volete soltanto svagarvi con gli amici, questa è la modalità che fa per voi; le ris(s)ate sono garantite.

Dropshot

La modalità forse più originale, con campo da gioco ed effetti che ricordano molto Tron. È uno dei modi migliori per allenare la gestione del boost e le abilità di volo, dal momento che si svolge quasi tutta in aria e il turbo si ricarica costantemente. Questo perché, come suggerisce il nome stesso, l'obiettivo consiste nel "droppare" cioè far cadere il pallone nella metà campo avversaria, per creare voragini nel terreno in cui poter segnare i gol. A inizio partita la palla si troverà a mezz'aria, pronta per essere raggiunta e colpita al volo; se colpita con forza sufficiente, assumerà il colore della squadra che ne segnala il possesso. Solo in questo caso, una volta giunta a contatto col terreno del campo avversario, rilascerà l'energia accumulata spaccando i tasselli di cui è composto e aprendo veri e propri vuoti. Le auto non possono cascarci dentro, ma la palla si, dando un punto alla squadra della metà campo opposta. Tenete a mente soprattutto tre cose: il pallone causerà tanti più danni quanto più forte sarà stato colpito; una volta che avrà toccato terra (le pareti non contano) si scaricherà, quindi sarete costretti a colpirlo ancora; infine, è sufficiente che un'auto avversario lo sfiori per causarne il cambiamento di colore e quindi il passaggio di squadra. In questo caso dovrete subito passare alla difesa della vostra metà campo per evitare che possa entrare a contatto con i tasselli.

Canestro

Questa modalità simula una partita di basket 2v2: le "porte" sono dei grandi canestri in cui si può far cadere la palla soltanto dall'alto. A inizio partita, proprio come nel basket, il pallone dovrà essere colpito a mezz'aria. A differenza di Dropshot, però, qui il boost non si ricarica in automatico; dovrete andare a cercarlo nelle varie basi sparse sul campo, come in una partita normale. Il campo di gioco è più contenuto di un campo di ca-r-lcio standard, tuttavia segnare non è affatto facile. Consigliamo di fare pratica soprattutto utilizzando le sponde del campo per posizionare il pallone sul tettuccio della vostra macchina e catapultarlo nel canestro, oppure sfruttare i rimbalzi sulle pareti per ottenere lo stesso risultato. Le partite tra giocatori esperti svolte in questa modalità sono a dir poco spettacolari perché la palla, sostanzialmente, non tocca mai terra.

Snow Day

Appiattite la palla, ricoprite di ghiaccio il campo e otterrete l'hockey in Rocket League! Questa modalità 3v3 è la preferita di molti, forse perché permette di giocare partite completamente diverse da quelle classiche. Infatti, anche se il modo di fare punti è uguale, le regole del gioco sono decisamente diverse: il pallone è un grosso disco da hockey, piatto, pesante e molto scivoloso dal momento che non fa quasi attrito sul ghiaccio. Sollevarlo da terra è quasi impossibile, ma del resto non serve dato che le porte si trovano a terra. Lo vedrete spesso andare da una parte all'altra del campo con una velocità assurda e tutte le auto che cercano di fermarlo e controllarlo. Questa infatti è la modalità perfetta per allenarsi nell'anticipare la palla e prevederne gli spostamenti, anche a gran velocità. Inoltre è un ottimo modo per imparare a coordinarsi con i compagni di squadra, dato che spesso segnerete gol sfruttando un rapido passaggio o un rimbalzo che colga di sorpresa il portiere.

Abbiamo spiegato brevemente in cosa consistono le altre modalità di gioco di Rocket League. Inizialmente non esistevano classifiche per queste, ma sono state introdotte anche qui dando la possibilità ai giocatori di scalare i ranghi e competere con gli avversari dello stesso livello. Cosa aspettate a provarle tutte?

Ricordate che tra le nostre pagine trovate anche un guida al sistema di ranking di Rocket League e, nel caso in cui non sappiate bene come fare, una guida su come abilitare il cross-save in Rocket League tra i vari account del gioco

Quanto è interessante?
1