Ruba 70 mila euro di carte Pokémon dal capo e le nasconde dalla mamma: arrestato

Ruba 70 mila euro di carte Pokémon dal capo e le nasconde dalla mamma: arrestato
di

Un fan dei Pokémon è stato colto in flagrante mentre rubava carte per un valore totale di ben 70 mila euro nell'ufficio del suo vecchio capo. Purtroppo per lui, è stato beccato e arrestato.

Ultimamente se ne sentono di tutti i colori in merito alle carte del Gioco Collezionabile dei Pokémon: da luglio ad oggi sono stati registrati incidenti in auto, furti da mezzo milione di dollari e rapine a mano armata. Il motivo è molto semplice: valgono un bel po' di soldi. La storia più recente ha a che fare con Kyriacos Christou, un impiegato di magazzino di Edmonton, a Londra: stando a quanto riferito dal Mirror, il giovane ha rubato dalla sua azienda, la Magic Madhouse Limited, carte Pokémon per un valore complessivo di 60 mila sterline (circa 70 mila euro al cambio).

Michael Duke, trentottenne proprietario dell'azienda specializzata nella vendita di carte, statuine, accessori e gadget di marchi come Pokémon, Warhammer 40.000, Yu-Gi-Oh e affini, ha cominciato a nutrire dei sospetti poco prima di Natale, quando ha scoperto l'assenza di merce dal valore di diverse migliaia di dollari. Intenzionato a vederci chiaro, ad aprile ha installato delle videocamere di sorveglianza, scoprendo così i furti di Christou.

Il ladro ventottenne nascondeva le carte a casa della mamma, con l'obiettivo di rivenderle su eBay. Avvicinato dalla polizia, ha inizialmente negato i furti, ma poi ha confessato non potendo negare l'evidenza dinanzi alle carte nella sua tasca e alle video-registrazioni. Le carte in vendita su eBay, inoltre, coincidevano con quelle mancanti nel deposito della Magic Madhouse Limited. Fino ad oggi, era riuscito a piazzare, tra le altre cose, un box da 520 sterline, 22 carte rare "Holo" per un totale di 450 sterline, una "World Promo Card" giapponese da 600 sterline e un Lugia "First Edition" da mille sterline. A casa della mamma c'erano anche molte altre carte Pokémon, per un valore complessivo di mezzo milione di sterline. Queste, in ogni caso, appartengono al fratello di Christou, un Pokémon YouTuber che pure arrotonda vendendo carte.

Christou è stato arrestato, dopodiché il giudice della Wood Green Crown Court lo ha condannato a 16 mesi con la sospensione della pena per due anni, e gli ha ordinato di svolgere 175 ore di lavoro non retribuito. Il colpevole del furto ha anche dovuto restituire tutte le carte ancora in suo possesso e risarcire il capo con 6.000 sterline.

FONTE: Dexerto
Quanto è interessante?
5