Salt and Sacrifice, cambi di prezzo per il Soulslike: autori accusano Sony, poi ritrattano

Salt and Sacrifice, cambi di prezzo per il Soulslike: autori accusano Sony, poi ritrattano
di

Gli inizi di maggio hanno accolto su console Sony e PC il nuovo Salt and Sacrifice, souls-like in due dimensioni sviluppato dagli autori dell'apprezzato Salt and Sanctuary.

Il debutto del titolo, tuttavia, è stato preceduto da una polemica legata al prezzo del gioco. Con la versione PC di Salt and Sanctuary in esclusiva su Epic Games Store e quella console legata invece a PlayStation 4 e PlayStation 5, molti giocatori hanno infatti segnalato improvvisi cambiamenti di prezzo per il titolo nei giorni antecedenti al lancio. A seconda delle aree del mondo, la community ha riportato casi di aumento del prezzo di Salt and Sanctuary, ma anche di riduzione.

Nella comprensibile confusione che ne è generata, gli autori hanno cercato di chiarire la situazione. In particolare, la dirigenza di Devoured Studios, che ha supportato Ska Studios nello sviluppo, si è espressa in merito nella persona di Shane Lynch. Quest'ultimo ha attribuito la responsabilità del caos relativo ai prezzi a Sony e ad una clausola di parità del prezzo che avrebbe costretto all'allineamento tra prezzo di Salt and Sanctuary su console a quello proposto su Epic Games Store, variabile a seconda dell'area geografica.

Giunto il momento del lancio e della pubblicazione delle recensioni di Salt and Sacrifice, tuttavia, il team di Ska Studios ha pubblicato una nota con la quale ha smentito quanto affermato da Devoured Studios. Nello scusarsi per gli inconvenienti legati al prezzo, la software house ha specificato che comunque ogni variazione è stata apportata prima del lancio e che, ad ogni modo, la responsabilità non era da attribuire ad alcun platform holder. Nel ribadire le scuse, Ska Studios ha rammentato di essere composta da due soli membri.

FONTE: TechRaptor
Quanto è interessante?
2