Salvador Ramos, l'autore della strage del Texas giocava a Call of Duty e Fortnite

Salvador Ramos, l'autore della strage del Texas giocava a Call of Duty e Fortnite
di

La polizia locale sta ricostruendo il profilo di Salvador Ramos, diciottenne autore della strage in una scuola texana. Il giovane, emerge, era molto solo e negli anni della scuola è stato bullizzato, nel suo profilo si parla però anche di videogiochi.

Ramos ha ucciso oltre diciannove persone tra bambini e adulti dopo aver aperto il fuoco in una scuola di Uvalde, in Texas. Gli esperti stanno tracciando il profilo psicologico del giovane, che negli ultimi tempi lavorava presso la catena di fast food Wendy's, dove però non aveva stretto legami con nessuno.

Sul posto di lavoro sembra che Ramos risultasse piuttosto molesto verso alcune colleghe, gli psicologi stanno anche studiando i suoi profili social dove non mancano immagini legate a contesti di violenza oltre a messaggi privati con contenuti violenti. Il giovane ha subito bullismo durante le scuole medie e superiori, tanto da decidere di abbandonare la scuola, nei documenti legali si parla anche di una passione per videogiochi come Call of Duty e Fortnite ma senza mai associare questi alla strage compiuta dal giovane, semplicemente citati come elementi legati alla sfera personale del killer.

Call of Duty e Fortnite non hanno alcun ruolo nel folle gesto compiuto da Ramos, dai documenti elaborati emerge una personalità molto complicata e segnata da episodi di bullismo, violenza e condizioni economiche e sociali precarie.

Quanto è interessante?
7