Santa Monica, Guerrilla, Naughty Dog e Bungie: i team Sony a favore dell'aborto

Santa Monica, Guerrilla, Naughty Dog e Bungie: i team Sony a favore dell'aborto
di

Nonostante le precedenti direttive imposte da Jim Ryan, che aveva consigliato ai team PlayStation di mantenere una posizione neutrale sull'argomento, varie software house first party della compagnia nipponica hanno infine deciso di schierarsi apertamente a favore del diritto all'aborto.

Alla luce della controversa decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti che ha abolito la sentenza sul diritto all'aborto legalizzato nel 1973, e che adesso consente ai singoli Stati di applicare le leggi in maniera arbitraria (in Texas e Missouri l'aborto è già stato vietato), numerosi studi di sviluppo hanno simultaneamente pubblicato sui propri profili social dei messaggi di protesta.

Come potete osservare tramite i tweet che vi abbiamo riportato più in basso, a prendere posizione sull'argomento sono stati i ragazzi di Sucker Punch, Bungie Sony Santa Monica, Guerrilla Games, Media Molecule, Sony London Studios, Bend Studio, Naughty Dog, ed Insomniac come vi avevamo già segnalato nelle scorse ore.

Al momento non è chiaro se la reazione degli sviluppatori alla decisione della Corte Suprema abbia ricevuto il benestare di Sony, o se invece Jim Ryan avrebbe preferito mantenere il silenzio sulla questione. Nei mesi scorsi, Insomniac Games aveva effettuato una donazione a favore del diritto all'aborto, ma Sony le ha imposto di mantenere l'operazione segreta.

Quanto è interessante?
14