Satoru Okada svela alcuni retroscena sulla progettazione del Nintendo DS

di

Il vice direttore del settore R&D1 di Nintendo, Satoru Okada, è stato recentemente intervistato da Retro Gamer Magazine e in questa occasione ha svelato alcuni retroscena riguardo la nascita del Nintendo DS, console portatile uscita alla fine del 2004.

Inizialmente il team era al lavoro su una console portatile tradizione, un vero e proprio successore del Game Boy Advance conosciuto con il nome in codice Iris: "Dopo il lancio del GBA SP, avevamo iniziato a lavorare su una nuova console portatile di stampo tradizionale, conosciuta con il nome in codice IRIS... tutto procedeva per il meglio, fino a quando fui chiamato da Satoru Iwata, all'epoca neo presidente di Nintendo."

Iwata chiamò Okada per spiegargli come l'ex presidente Hiroshi Yamauchi desiderasse una console portatile a doppio schermo, sullo stile dei Game & Watch Dual Screen. Okada però non era d'accordo: "Onestamente questa idea fece ribrezzo a tutti, anche a Satoru Iwata. A differenza di altri all'interno della compagnia, io non avev paura di Yamauchi, mi ero scontrato con lui diverse volte in passato. Iwata invece voleva assolutamente assecondare la visione dell'ex presidente e con il tempo è riuscito a farmi cambiare idea, fino a farmi accettare l'idea della console con due schermi. Il nostro progetto cambiò dunque nome da Iris a Nitro e il resto, come si suol dire, è storia..."

Nintendo DS è stato lanciato nel 2004 in Nord America e Giappone e l'anno successivo in Europa, ad oggi si tratta della console portatile di maggior successo di sempre, con oltre 100 milioni di unità vendute. Sempre nel corso della stessa intervista, Okada ha anche svelato alcuni dettagli riguardo la nascita del primo Game Boy.

FONTE: Kotaku.com
Quanto è interessante?
1