Esport

Il secondo classificato alla Fortnite World Cup abbandona per VALORANT

Il secondo classificato alla Fortnite World Cup abbandona per VALORANT
di

Il runner up della modalità Solo della Fortnite World Cup 2019, Harrison "Psalm" Chang, ha deciso di lasciare il battle royale di Epic Games che gli ha dato tanta gloria per buttarsi sul prossimo tactical FPS di Riot: Valorant.

Il secondo gradino del podio, dietro al sedicenne Kyle "Bugha" Giersdorf, ha permesso a Chang di portarsi a casa l'incredibile cifra di 1.8 milioni di Dollari. Prestazione indimenticabile che gli ha permesso anche di diventare un produttore di contenuti di enorme successo con il suo canale Twitch, sempre con Fortnite.

Sappiamo che l'attesa IP del colosso statunitense ha attirato un bel po' di attenzione attorno a sé e i pro player, evidentemente, intravedono già un fulgido futuro per il titolo.

"Il mio sogno è quello di essere il pro player più vincente nella storia", ha detto il ragazzo. "Ho gli occhi puntati su Valorant". "Grazie a Fortnite per tutto", ha concluso. "Mi è stata data la possibilità di raggiungere ciò che solo pochi hanno avuto il piacere di realizzare".

Ciò che colpisce è proprio la decisione di buttarsi proprio su Valorant, titolo che oltre a non essere ancora ufficialmente uscito (la beta inizierà proprio oggi) ovviamente non può avere una scena esport già definita.

Le potenzialità, però, come abbiamo visto, sono molte e molto alte. Ad ogni modo, in tanti hanno visto questa mossa come una non troppo velata critica a Epic Games e al declino del “competitivo” di Fortnite. Da un po' di tempo a questa parte, infatti, Epic Games è al centro delle rimostranze dei giocatori che accusano di non aver innovato il gioco con il Capitolo 2.

Quanto è interessante?
2