Secondo il director di Lost Sphear, i GDR moderni lasciano poco spazio all'immaginazione

di

Parlando ai microfoni di The Verge il director di Lost Sphear Atsushi Hashimoto si è espresso sullo stato di salute dei JRPG, ricordando con una certa nostalgia i grandi capolavori degli anni '90. Secondo il suo punto di vista, i GDR dei giorni nostri non lasciano molto spazio all'immaginazione.

"Credo che uno dei punti di forza dei GDR degli anni '90 risiedesse nella loro capacità di stimolare l'immaginazione. Sento che questo elemento sia destinato a sparire oggigiorno, ormai la grafica dei giochi è in grado di rappresentare le cose in modo molto dettagliato. Quando realizziamo i nostri giochi, a Tokyo RPG Factory, ci teniamo a lasciare questo spazio nella mente dei giocatori. Vogliamo che le persone continuino a stimolare la loro immaginazione, anche con un gioco moderno." afferma il director di Lost Sphear.

Cosa ne pensate delle parole di Atsushi Hashimoto?

Quanto è interessante?
8